Eduardo De Filippo

Eduardo De Filippo nasce a Napoli il 24 maggio del 1900 da Luisa De Filippo e Eduardo Scarpetta. Già da bambino interpreta piccoli ruoli nella compagnia del padre e dal 1914 lavora stabilmente nella compagnia del fratello Vincenzo Scarpetta. Debutta come autore nel 1920 con l'atto unico Farmacia di turno.
Nel 1931 fonda insieme ai fratelli Peppino e Titina, la compagnia del "Teatro Umoristico I De Filippo". E' di questo periodo uno dei capolavori del teatro di Eduardo, Natale in casa Cupiello che nella sua prima versione è rappresentato come atto unico. Dopo la guerra, interrotta la collaborazione con il fratello Peppino, mette in scena Napoli milionaria e nel 1946 Questi fantasmi e Filomena Maturano, l'opera giudicata universalmente il suo capolavoro.Tra gli altri lavori più rappresentati Le voci di dentro (1948), Il sindaco del rione Sanità (1962), L'arte della commedia (1964), Gli esami non finiscono mai e Sabato, domenica e lunedì (1973). Eduardo ebbe grande successo anche con pregevoli lavori cinematografici, come regista e attore nonché sceneggiatore di alcune sue opere teatrali. Memorabili le sue interpretazioni in Assunta Spina (tratto dal testo di Salvatore Di Giacomo), Napoli milionaria e Filumena Marturano. Nel 1980 gli viene conferita la laurea in lettere honoris causa dall'Università di Roma e nel 1981 è nominato senatore a vita. Dedica gli ultimi anni della sua vita impegnandosi a favore dei giovani reclusi nei carceri minorili. Muore a Roma il 31 ottobre del 1984.

Leggi l'articolo di Bruno Aletta "Eduardo. È sempre magia"    Espresso napoletano, giugno 2007